Auto

Lavaggio auto, come pulire gli interni della vostra vettura

3 Ott , 2015   Video

Portare il proprio veicolo all’autolavaggio spesso risulta un peso al quale è impossibile sottrarsi. Lo stesso dicasi per il lavaggio degli interni della propria auto, una pratica noiosa, ma indispensabile per guidare nell’igiene di un’auto perfettamente linda. Non ci sono delle regole sulla frequenza con cui pulire gli interni della propria vettura, molto dipende da quanto in fretta la polvere si accumula e dalle nostre abitudini all’interno dell’abitacolo: più frequente si riesce, tuttavia, e meglio è. Vediamo ora nello specifico come comportarsi per pulire al meglio gli interni del nostro bolide.

Pochi passaggi nei quali la pazienza la fa da padrona

Come procedere al lavaggio degli interni della vostra auto. Punto primo, i tappetini. Rimuovere sia quelli anteriori che quelli posteriori, sbattendoli con energia, prestando attenzione ad allontanarsi di qualche metro dalla vettura. Per fare le cose per bene, è possibile utilizzare una spazzola e dell’acqua con un po’ di candeggina per igienizzarli, lasciandoli poi all’aria per qualche ora, fintanto che non saranno completamente asciutti.

pulizia cruscotto auto

Successivamente si dovrà togliere tutti gli oggetti che abitualmente “popolano” la propria automobile; stiamo parlando di cd, bottiglie, libri e quant’altro riponiamo nel comparto portaoggetti, il tutto per pulire al meglio l’interno della macchina. Con un aspiratore a tubo, cominciare quindi ad aspirare tutto lo sporco accumulato dentro l’auto, senza dimenticare gli angoli più remoti. Procedere dall’alto verso il basso, con la dovuta calma, in quanto nella fretta è facile perdere per strada dello sporco.

Pulizia del cruscotto, un vero attira polvere

Dopo aver aspirato tutto il necessario, si procede con la pulizia del cruscotto, la parte dei veicoli che tende ad accumulare prima di ogni altra la polvere e lo sporco. Passare la spugna con della semplice acqua tiepida, senza usare alcun detergente: solo se ci sono delle macchie incrostare o difficile da togliere, vi consigliamo di utilizzare detergenti senza additivi chimici o le salviettine umidificate apposite, in grado di pulire in profondità, senza aggredire le superficie: non azzardate dei prodotti poco consoni per la pulizia, in quanto alla lunga i vostri interni potrebbero perdere smalto. Dopo aver lasciato un po’ ad asciugare, passare un panno di lana su tutta l’estensione del cruscotto, impedirà la formazione immediata della polvere. E poi il tocco finale: utilizza uno spray lucida cruscotto, si trovano con facilità nei supermercati, per far risplendere e profumare la plancia dell’automobile.

Ed infine la pulizia interna dei vetri: utilizzando la pelle di daino, non vi servirà alcun prodotto specifico, in quanto con il solo utilizzo di acqua tiepida sarà possibile rimuovere l’unto e gli aloni, rendendo lindi i finestrini. Se si utilizza invece la carta assorbente, invece, è necessario sfruttare l’ausilio di uno spray per vetri, senza il quale sarà difficile garantirsi la giusta lucentezza.

Questa è la prassi standard per la pulizia degli interni della propria automobile, ciò che manca è la pulizia dei sedili, che spesso si tendono a sottovalutare, ma che accumulano delle grandi quantità di polvere e necessiterebbero una pulizia piuttosto frequente. Per pulirli nella maniera più appropriata, rimandiamo ad un articolo appositamente dedicato.

LEGGI ANCHE: Come pulire il motore della propria automobile

 

,

By



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *